PALAZZO ALBERGATI MUSEI DI BOLOGNA 

- PALAZZO ALBERGATI -

PALAZZO ALBERGATI
Palazzo ALBERGATI

Il palazzo  fu costruito dalla famiglia Albergati a partire dal 1519 sulle fondamenta di precedenti edifici residenziali situati in Via Saragozza.
La paternità architettonica è contesa dagli esperti tra  Baldassarre Peruzzi  e Domenico Aimo da Varignana.

L'edificio ha una facciata semplice , senza ordini architettonici , lunga  quasi 55  metri, con  finestre in macigno al piano nobile con edicole in stile ionico e  finestre inferiori, prive di timpano. 
Il complesso è divisio in due parti, di cui uno a ovest appartenuto al ramo senatorio della famiglia Albergati  e quello a est al ramo secondario.
Nelle sale del Palazzo si possono ammirare  affreschi e statue di Francesco Gessi (Bologna 1588 - 1649) Andrea Sirani (1610–1670) e Bartolomeo Cesi (1556-1629) .
Alla fine del secolo XIX la famiglia Bersani ( di cui un discendente è lo scultore Camillo Bersani)   acquistarono il palazzo dagli eredi di Francesco Cesare, ultimo degli Albergati.

Duchamp, Magritte, Dalì. [Mostra in corso]

HOCH DUCHAMP BOLOGNA
in corso

Duchamp, Magritte, Dalì.
I rivoluzionari del 900.
Capolavori dall’Israel Museum di Gerusalemme


Palazzo Albergati


dal 16 ottobre 2017  all' 11 febbraio 2018


Come arrivare al museo

Via Saragozza, 28  - 40121 BOLOGNA [Centro Storico]

Bus:  33 ( fermata "ALDINI") 

Treno: 30 minuti a piedi dalla Stazione Centrale o bus 33

Parcheggio : parcheggi  o garage,  a pagamento,  nelle vicinanze


Recapiti - Orari - Prezzi

Via Saragozza, 28 

Tel.  051 030141

Internet:   palazzoalbergati.com

Orario apertura
tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00

Aperture straordinarie
1 novembre, 8 dicembre : 10.00 – 20.00
24 dicembre 10.00 – 17.00
25 dicembre 15.00 – 20.00
26 e 31  dicembre 10.00 – 20.00
31 dicembre 10.00 – 17.00
1 gennaio 15.00 – 20.00
6 gennaio 10.00 – 20.00

BIGLIETTI ( Audioguida inclusa)
Intero € 14,00  ;Ridotto € 12,00 
Ridotto Gruppi e Speciale  (Bologna Welcome Card) € 10,00 
  Universitari € 9,00 ogni lunedì esclusi i festivi, 
Ridotto scuole € 5,00 prenotazione obbligatoria, 
Ridotto bambini da 4 a 11 anni non compiuti € 6,00 
 Ridotto Scuola dell’infanzia € 3,00 prenotazione obbligatoria

cosa fare oggi ?

ENJOY THE CITY !

Tutti gli eventi , giorno per giorno, per organizzare la tua visita o la tua serata
inBologna.it
Guida al cosa c’è di bello da vedere e da fare in città e nei dintorni

 TEATRO | CABARET | FIERE | MANIFESTAZIONI VARIE

MERCATI E MERCATINI | ARTE | GALLERIE   |  FESTIVAL  

EVENTI SPORTIVI  | CONCERTI | OPERA | BALLETTO  | MUSICAL


GUIDA AGLI EVENTI DEL GIORNO





Informazioni turistiche

informazioni turistiche

MOSTRA 
Giappone. Storie d'amore e di guerra

da Hiroshige a Utamaro, da Hokusai a Kuniyoshi, tutti i più grandi artisti dell’Ottocento giapponese

a Palazzo Albergati 

dal 21 Marzo 2018  all' 29 Luglio 2018


Geisha e samurai, donne bellissime ed eroi leggendari, attori kabuki, animali fantastici, mondi visionari e paesaggi bizzarri sono i protagonisti della mostra Giappone. Storie d'amore e di guerra.
Attraverso una selezione di oltre 200 opere, il Mondo Fluttuante dell'Ukyo-e arriva per la prima volta a Bologna a Palazzo Albergati, calato per l'occasione nella elegante e raffinata atmosfera del periodo Edo (1603-1868).
Saranno esposti i più grandi artisti dell'Ottocento giapponese tra cui Hiroshige, Utamaro, Hokusai, Kuniyoshi. La mostra offre un panorama completo anche sulla vita dell'epoca in Giappone, con l'esposizione di vestiti di samurai, kimono, ventagli e fotografie.
Il percorso si snoda tra il suadente mondo femminile delle Geisha e delle Ōiran (le cortigiane d'alto rango) e il fascino dei leggendari guerrieri samurai, il racconto della nascita dell'ukiyo-e e le famose stampe Shunga ricche di erotismo, le opere che ritraggono gli attori del teatro Nō e Kabuki accanto a quelle che rappresentano il mondo della natura in tutte le sue manifestazioni - fiori, uccelli e paesaggi.
La mostra sarà corredata da un nutrito programma di attività didattiche e collaterali quali la cerimonia del tè, la creazione degli origami e molto altro.
Sarà insomma un meraviglioso viaggio attraverso la storia, l'arte e la bellezza del Giappone.
Con il patrocinio del Comune di Bologna la mostra è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia e curata da Pietro Gobbi.